31 marzo 2017: Le sette delegazioni europee in visita a Palermo

Oggi giornata intensa e ricca di contenuti. Alle sette di mattina le delegazioni si sono recate in pullman a Palermo, capitale della cultura per il 2018 grazie ad un progetto sull’accoglienza. Presso la Galleria di Arte moderna sono state accolte dall’assessore alle politiche sociali Agnese Ciulla, la quale, dopo aver fornito i dati sui minori sbarcati in Sicilia negli ultimi mesi, ha illustrato le modalità di accoglienza e integrazione che il comune di Palermo mette in atto.

Palermo ha incantato i nostri ospiti stranieri con il maestoso Palazzo Reale, i mosaici della Cappella Palatina, il sovrapporsi degli stili del Duomo, i nudi di Piazza Pretoria, I Quattro Canti, la Galleria d’Arte Moderna, i profumi e sapori dello street food, della cassata e dei cannoli, il vociare e gesticolare della gente per le strade e nei mercati rionali.

 

30 marzo 2017 Role-playing and Study visit

Workshop e role-playing su immigrazione e integrazione

Visita alla mostra su cultura e tradizioni siciliane

Company visit ‘La Giusa NEXT’: tra tradizione e innovazione

National Cuisine: ogni nazione imbandisce la propria tavola con prodotti nazionali, la serata viene a allitata dal gruppo folkloristico ‘Amastra’ con balli e canti della tradizione siciliana

and now let’s dance..

 

 

 

29 marzo 2017 Welcome Ceremony

Oggi cerimonia di benvenuto con canti e balli

Il nostro Dirigente Prof. Felice Lipari porge i saluti di benvenuto alle delegazioni delle scuole partner

La coordinatrice del progetto prof.ssa La Porta Maria Filippa presenta il programma del meeting

Presentazione del nostro sistema scolastico e della nostra scuola

Anche le altre scuole presentano le loro scuole e le loro nazioni

Visita della città e dei suoi luoghi di interesse

Palazzo Cirino

Il giudizio di Paride – Palazzo Cirino

La Cattedrale di San Nicola

Visita al Palazzo di Città.

Incontro con le Istituzioni locali

Si torna a scuola e si prosegue con la presentazione dei risultati relativi all’indagine su promozione e pubblicità

 

 

 

28 marzo 2017 arrivano le prime delegazioni!!

Sono arrivate le prime due delegazioni al femminile, da Koper(Slovenia) e da Kadainiai (Lituania). In serata, ma forse anche in nottata arriveranno le altre. Dirigenti e insegnanti sono felici, sorridenti e incantate dal bellissimo panorama che si offre ai loro occhi, stanche, però, dopo il lungo viaggio. I ragazzi sono già in famiglia a socializzare con le famiglie ospitanti, dopo averle già incontrate virtualmente su Etwinning!!

Ci prepariamo all’accoglienza delle sei delegazioni partner

Dal 29 marzo al 3 aprile la nostra scuola sarà sede del quinto meeting internazionale del progetto Ready for our lives – Erasmus+ azione KA2. Fervono i preparativi in un clima di collaborazione e di grande ospitalità.

Viene allestita una mostra sulla cultura e le tradizioni siciliane……

Si sistemano le foto delle mobilità precedenti….

Si dà un buon esempio ripulendo da erbacce e carte le aree circostanti la nostra scuola

Tante sono le attività preparatorie al meeting che riguardano immigrazione e mondo del lavoro ma anche…

pubblicità e promozione!!

Super accoglienza al Sviesioji Gymnasium di Kedainiai in Lituania

La seconda annualità del progetto Erasmus+  KA2  Ready for our lives per l’Alessandro Volta di Nicosia si è aperta all’insegna del freddo polare della Lituania.  Quì si è svolta la quarta mobilità dall’8  al 15 febbraio 2017, precisamente presso il liceo Sviesioji Gymnasium di Kedainiai una delle città più antiche del paese e centro chimico industriale concentrato nel settore della trasformazione mineraria. La delegazione italiana formata dalle tre studentesse Calandra Paola (III A AFM), Gaita Gloriana e Popolo Giovanna (II A AFM) e dalle docenti di inglese La Porta Maria Filippa e La Licata Maria è partita alla volta della Lituania ben equipaggiata e pronta a fronteggiare temperature molto rigide con punte di  -15 gradi.

Queste le testimonianze delle tre studentesse:

Paola: ‘Il piatto principale era la zuppa a base di patate, zucca, piselli o pomodoro. Calda, fumante e un po’ speziata, penso che sia l’unico modo per riscaldarsi con quelle temperature. La scuola che ci ha ospitati è un vero monumento storico, lì è stata stampata la prima Bibbia in lituano. L’organizzazione della giornata scolastica è davvero sorprendente, le attività puramente teoriche sono sempre seguite da attività pratiche in cui gli studenti sono protagonisti.’

Giovanna: ‘E’ stato bello confrontare dati e  quote d’inclusione di persone disabili nel mercato del lavoro nei diversi paesi europei in una lingua che è veicolo di comunicazione tra tanti idiomi diversi. La mia famiglia ospitante ha fatto di tutto per mettermi a mio agio e far sì che mi sentissi come a casa mia. Ho potuto apprezzare il loro piatto tipico Le Cepelinai: grandi “gnocchi” di patate ripieni di carne o formaggio, serviti in un piatto con salse che danno un sapore intenso, come panna acida e pancetta affumicata o funghi trifolati. Ne mangi uno e sei già sazia.’

Gloriana: ‘La nostra permanenza in Lituania ha anche previsto delle visite guidate a Kaunas e nella capitale Vilnius, due splendide cittadine che conservano ancora paesaggi fiabeschi. Abbiamo visitato due musei, quello dell’ambra e il museo del Diavolo di Kaunas, unico nel suo genere, ospita migliaia di sculture di diavoli ispirate da tradizioni e leggende antiche, con storie incredibili e leggende su queste creature degli inferi.’

Erasmus Plus – Ready for our lives a Koper

L’IIS A . Volta di Nicosia in attesa di ospitare la prossima primavera i partners europei del progetto Erasmus + ‘Ready for our lives’ è impegnato nelle mobilità che precederanno quell’evento. Lo scorso 6 ottobre una delegazione dell’istituto formata dal D.S. Felice Lipari, dalle docenti di inglese Maria Filippa La Porta e Marisa La Licata e dagli studenti Montesano Simone V B AFM, Rubino Maria Stefania IV A PAI e Beritelli Martina IV B AFM ha vissuto una settimana di intensi scambi culturali e di buone pratiche a Koper in Slovenia. Questa ridente cittadina con le sue innumerevoli piazze, un intreccio di vicoli che sfociano nella piazza centrale adornata dalla maggiore cattedrale slovena, con le facciate e gli interni degli edifici svela ad ogni passo la sua storia millenaria raccontandoci il periodo della Serenissima, l’età d’oro dell’arte gotica e del Rinascimento.

Temi di questo terzo meeting internazionale sono stati il business plan, le start up e il delicato problema del bossing . Di solito gli incontri sono preceduti da attività preparatorie che poi vengono presentate su power point, video e roleplay nella scuola che ospita. Gli studenti partecipanti al meeting sono stati accolti dall’ University Incubator of Primorska che supporta start up e idee innovative provenienti dai giovani sia nella formulazione finale del progetto che nell’affrontare gli aspetti burocratici. L’incontro si è concluso con una competizione tra gruppi formati da studenti provenienti da diverse nazionalità che hanno dovuto creare le loro start up. Gli studenti hanno partecipato anche a worshop sul bossing presso l’University of Management di Koper e sono poi stati intervistati dalla radio locale. Interessante la visita alla Cimos una società che si occupa di pezzi di ricambio per automobili. Le visite guidate alla capitale slovena Lubiana, alle grotte di Postumia e al piccolo centro di Piran sede del parco ambientale delle saline hanno reso questa mobilità interessante anche dal punto di vista architettonico e naturalistico.