International meeting di chiusura a Porto

 

Dall’8 all’11 maggio si è tenuto il meeting finale di coordinamento del progetto in Portogallo presso l’AGRUPAMENTO DE ESCOLAS ALEXANDRE HERCULANO di Porto, hanno partecipato tutti i partner ed è stata l’occasione per una valutazione conclusiva delle attività svolte e degli obiettivi raggiunti. E’ stato inoltre analizzato l’impatto che il progetto ha avuto a livello generale  e nello specifico sulle organizzazioni partner  e sui beneficiari diretti. Infine abbiamo concordato un piano di disseminazione che garantisca la sostenibilità del progetto nel medio e lungo termine. La nostra scuola è stata rappresentata dal  Dirigente Scolastico Prof. Felice Lipari e il coordinatore scolastico per i progetti Erasmus la Prof.ssa Maria Filippa La Porta. Tutti i partner hanno discusso e valutato sulle attività svolte e verificato ciò che era stato fatto sulla diffusione delle attività locali e internazionali. Hanno visitato la mostra riguardante i prodotti del progetto allestita, dai nostri partner portoghesi, nella biblioteca scolastica ricordando passo dopo passo i tre anni trascorsi a condividere esperienze, pianificare visite e attività preparatorie secondo quanto stabilito in fase di progettazione. Hanno  raccolto e documentato le attività locali in una presentazione in powerpoint; hanno esaminato attentamente tutti i materiali prodotti, dai video ai risultati dei questionari somministrati, dalle brochure ai blog e pagine web. Una buona parte delle attività è stata dedicata al completamento, con i dati necessari, del Mobility Tool e ad un’ampia discussione sul report finale che dovrà essere inviato alle rispettive Agenzie Nazionali.

Karvinà ultima tappa del progetto ‘Ready for our Lives’

Dal 7  al 14 marzo gli studenti Fascetto Federica, Mancuso Giuseppe e Pittalà Giuseppe  accompagnati dalla prof.ssa La Porta e dal prof. Lociuro, sono stati ospitati dall’Obchodní Akademie di  Karvinà, dove si sono confrontati sul tema del bossing , hanno partecipato a workshop, presentato i risultati delle loro indagini su altri aspetti dell’imprenditorialità e dibattuto sulla condizione della donna nel mondo del lavoro.

Durante la mobilità, gli studenti hanno visitato a Hážovice  l’ Ecological farm Zerlina una fattoria didattica ecologica che si occupa di allevamento di capre per la produzione biologica di latte, yogurt e formaggio.

Un’intera mattinata è stata dedicata alla visita del grande complesso della giovane azienda  Marlenka fondata dall’imprenditore armeno Gevorg Avetisjan  che dal 2003 produce dolci al miele secondo l’antica ricetta di famiglia ed esporta in tutto il mondo le sue delizie.

Gli studenti si sono confrontati sul tema del bossing , hanno partecipato a workshop, presentato i risultati delle loro indagini su altri aspetti dell’imprenditorialità e dibattuto sulla condizione della donna nel mondo del lavoro.

Nella terza città della Repubblica Ceca, Ostrava, centro amministrativo della Regione di Moravia-Slesia e importante crocevia strategico nella rete commerciale dell’antichità, chiamata la Strada d’Ambra, hanno potuto ripercorrere la trasformazione della regione da importante area mineraria europea a moderno centro dei servizi.

Interessante la visita  all’Unipar azienda produttrice di candele di alta qualità  nei pittoreschi dintorni dei Monti Beskydy. L’azienda utilizza materie prime rispettose dell’ambiente e ha introdotto una serie di tecnologie innovative per garantire una combustione pulita e stabile che risulta così innocua alla salute.

Non sono mancate poi le visite guidate alla scoperta della città e delle aree limitrofe, dal castello Frystat al Museo all’aperto di Rožnov pod Radhoštěm. La parte più antica del villaggio museo è il paesello di legno, dove vennero trasportate le case che si trovavano sulla piazza di Rožnov e la bella chiesa di un vicino paese di campagna. La visita agli interni di questi edifici ha avvicinato gli studenti a quella che è stata la vita degli abitanti Valacchi nel lontano passato ed espressione della civiltà rurale.

 

Ed ecco la Leaning Church …. che ci ha subito riportati alla nostra torre di Pisa pendente

Specialità culinarie e dolciarie locali sono state offerte dai partner in occasione della serata dedicata alla national cuisine durante la quale oltre ai diversi idiomi si sono mescolati  tradizioni e sapori diversi .

Attestati time!! Dopo tanto tanto fredooo!!

Sempre più difficile dirsi goodbye

Un sentito GRAZIE al nostro infaticabile coordinatore Martin Frolik

Erasmus+ a Riga la bella capitale baltica

Dal 10 al 18 ottobre i nostri studenti presso la Secondary Night Shift School # 9 di Riga, si sono confrontati sul tema del mobbing , hanno partecipato a workshop, presentato i risultati delle loro indagini e ricerche nella cornice medievale della stupenda capitale della Lettonia il cui centro storico è stato inserito dall’UNESCO nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità, in virtù dei suoi oltre 800 edifici Art Nouveau e dell’architettura in legno del XIX secolo.

Gli studenti hanno visitato il grande complesso della giovane azienda baltica Màdara cosmetics produttrice di cosmetici eco bio, frutto dello spirito imprenditoriale e della passione di quattro giovani donne che hanno messo insieme formulazioni naturali, piante e fiori del Baltico e antiche tradizioni per dare vita a una linea di cosmetici che ha già ricevuto molti consensi e prestigiosi riconoscimenti internazionali. Particolarmente interessante la presentazione della Draugiem Group una delle più importanti società di comunicazione web lituana che ha creato una App per tracciare l’uso del tempo al lavoro e la produttività dei dipendenti.

 

Non sono mancate poi le visite guidate alla scoperta della città e delle aree limitrofe, ai tre castelli di Bauska, Rundale e Mezotnes, alla zona balneare di Jurmala e al centro sciistico di Sigulda

o la degustazione di piatti tipici come gli speķa pīrādziņi (tortini di bacon), la skābputra (una zuppa fredda e rinfrescante a base di panna acida), protagonisti dei dessert sono stati invece i frutti di bosco come nel Debessmanna (dolce ai mirtilli con latte).

Numerose attività sono state svolte dagli studenti sul tema del mobbing attraverso presentazioni power point, video e role plays.

E’ stato difficile dirsi addio dopo la consegna degli attestati.

E’ tempo di dire Goodbye!! Consegna attestati e degustazione torta Erasmus

Lo spirito dell’accoglienza ha contraddistinto questo meeting e l’intero paese ha vissuto l’esperienza come momento di incontro con l’altro e di arricchimento culturale. Tutti gli studenti stranieri sono stati ospitati da altrettanti studenti nicosiani e le loro famiglie hanno espresso grande generosità facendoli sentire come a casa propria. Se uno scopo del progetto è l’approfondimento e la pratica della lingua inglese, si deve sottolineare che queste occasioni servono anche a far maturare delle profonde amicizie tra ragazzi di paesi diversi al di là di ogni stereotipo, pregiudizio e oltre gli stessi limiti temporali del progetto.

SEE YOU IN RIGA

 

Università Kore di Enna – Workshop su promotion e advertising

Un’altra tappa del programma si è svolta presso l’Università Kore di Enna, dove tutte le delegazioni hanno preso parte ad un workshop su ‘Promotion and Advertising’ tenuto dalla docente universitaria di Lingua Inglese Annalisa Bonomo. Gli studenti, impegnati in lavori di gruppo, si sono cimentati, per la promozione della loro scuola, nella realizzazione di uno spot in cui il gioco verbale ha avuto un ruolo preponderante. Dopo la visita alla nuova e moderna Biblioteca dell’Università ennese, studenti e docenti sono stati guidati attraverso le splendide stanze del complesso monumentale della Villa del Casale di Piazza Armerina, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

31 marzo 2017: Le sette delegazioni europee in visita a Palermo

Oggi giornata intensa e ricca di contenuti. Alle sette di mattina le delegazioni si sono recate in pullman a Palermo, capitale della cultura per il 2018 grazie ad un progetto sull’accoglienza. Presso la Galleria di Arte moderna sono state accolte dall’assessore alle politiche sociali Agnese Ciulla, la quale, dopo aver fornito i dati sui minori sbarcati in Sicilia negli ultimi mesi, ha illustrato le modalità di accoglienza e integrazione che il comune di Palermo mette in atto.

Palermo ha incantato i nostri ospiti stranieri con il maestoso Palazzo Reale, i mosaici della Cappella Palatina, il sovrapporsi degli stili del Duomo, i nudi di Piazza Pretoria, I Quattro Canti, la Galleria d’Arte Moderna, i profumi e sapori dello street food, della cassata e dei cannoli, il vociare e gesticolare della gente per le strade e nei mercati rionali.

 

30 marzo 2017 Role-playing and Study visit

Workshop e role-playing su immigrazione e integrazione

Visita alla mostra su cultura e tradizioni siciliane

Company visit ‘La Giusa NEXT’: tra tradizione e innovazione

National Cuisine: ogni nazione imbandisce la propria tavola con prodotti nazionali, la serata viene a allitata dal gruppo folkloristico ‘Amastra’ con balli e canti della tradizione siciliana

and now let’s dance..

 

 

 

29 marzo 2017 Welcome Ceremony

Oggi cerimonia di benvenuto con canti e balli

Il nostro Dirigente Prof. Felice Lipari porge i saluti di benvenuto alle delegazioni delle scuole partner

La coordinatrice del progetto prof.ssa La Porta Maria Filippa presenta il programma del meeting

Presentazione del nostro sistema scolastico e della nostra scuola

Anche le altre scuole presentano le loro scuole e le loro nazioni

Visita della città e dei suoi luoghi di interesse

Palazzo Cirino

Il giudizio di Paride – Palazzo Cirino

La Cattedrale di San Nicola

Visita al Palazzo di Città.

Incontro con le Istituzioni locali

Si torna a scuola e si prosegue con la presentazione dei risultati relativi all’indagine su promozione e pubblicità

 

 

 

28 marzo 2017 arrivano le prime delegazioni!!

Sono arrivate le prime due delegazioni al femminile, da Koper(Slovenia) e da Kadainiai (Lituania). In serata, ma forse anche in nottata arriveranno le altre. Dirigenti e insegnanti sono felici, sorridenti e incantate dal bellissimo panorama che si offre ai loro occhi, stanche, però, dopo il lungo viaggio. I ragazzi sono già in famiglia a socializzare con le famiglie ospitanti, dopo averle già incontrate virtualmente su Etwinning!!

Ci prepariamo all’accoglienza delle sei delegazioni partner

Dal 29 marzo al 3 aprile la nostra scuola sarà sede del quinto meeting internazionale del progetto Ready for our lives – Erasmus+ azione KA2. Fervono i preparativi in un clima di collaborazione e di grande ospitalità.

Viene allestita una mostra sulla cultura e le tradizioni siciliane……

Si sistemano le foto delle mobilità precedenti….

Si dà un buon esempio ripulendo da erbacce e carte le aree circostanti la nostra scuola

Tante sono le attività preparatorie al meeting che riguardano immigrazione e mondo del lavoro ma anche…

pubblicità e promozione!!