Concluse altre due mobilità al Centre of English Studies di Dublino

 

 

Il 7 agosto 2016 si sono concluse per l’I.I.S. ‘Alessandro Volta’ di Nicosia altre due mobilità del personale docente nell’ambito del progetto KA1 “New Procedures for New Minds”  2015/2017 del programma europeo Erasmus plus.

I professori Catania Antonino e Fulco Salvatore, rispettivamente docenti di Geografia e Discipline giuridiche hanno frequentato un corso di due settimane in Irlanda presso l’Istituto ‘C.E.S. (Centre of English Studies)” di Dublino. L’Istituto linguistico è  sito nella centralissima  ed elegante Dame Street, a due passi dal Trinity College, nella cui biblioteca hanno potuto ammirare l’evangelario “The Book of Kells”, esempio di manoscritto dell’arte miniata irlandese.

Il corso ha riguardato  il miglioramento e l’approfondimento della lingua inglese e l’uso e l’applicazione della metodologia CLIL (Content Language Integrated Learning), che prevede, per scelta ministeriale, l’insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica.

“Il corso è stato molto proficuo e intenso –  dice il prof. Catania – , spaziando dalla lezione sulle tecniche di insegnamento del lessico specifico, alla costruzione di un modulo CLIL di scienze, alla valutazione e osservazione della classe attraverso una sorta di job shadowing. La classe del corso era internazionale, formata da docenti di diversi gradi scolastici e di diverse discipline  provenienti  da Spagna (4), Svezia (2), Ungheria (1), e Italia (3). Penso che questa esperienza sia stata un arricchimento professionale che soddisfa le esigenze di un aggiornamento continuo e  che dovrà diventare patrimonio dell’intera comunità scolastica e del territorio in cui la  scuola opera, come prevede l’obiettivo del progetto finanziato”  che richiede per i docenti alla fine del corso l’ottenimento di un attestato conforme alle sue specifiche mete.

Ai docenti corsisti è stato rilasciato l’attestato conforme alle mete specifiche del corso e l’ Europass Mobility,  uno strumento che consente di documentare le competenze e le abilità acquisite durante la mobilità realizzata all’estero in esito a percorsi di apprendimento formale  e non formale. L’esperienza dei due docenti è stata arricchita anche dalle visite guidate organizzate dal CES e da altre strutture private, che hanno permesso di vivere la città dall’interno, conoscere il suo patrimonio storico e culturale ed apprezzarne le tradizioni, tra le quali spiccano i piatti tipici e le musiche celtiche che accompagnano caratteristiche danze. I due docenti hanno anche riscontrato l’orgoglio e il forte senso di appartenenza degli Irlandesi dovuto alla loro storia e alla consapevolezza che loro concittadini famosi come James Joyce, Oscar Wilde e tanti altri sono studiati e apprezzati in tutto il mondo. “ Le visite guidate – come afferma il prof. Fulco – ci hanno permesso di ammirare le belle Cattedrali anglicane di Christ Church e di Saint Patrick con le loro storiche e famose corali. Passeggiando lungo O’Connel street ci siamo immersi nell’atmosfera storica dublinese. Questo ampio viale prende il nome dal rivoluzionario che, assieme a M. Collins e altri,  determinò nel 1921, dopo cinque anni di lotte, la separazione dell’Irlanda dal Regno Unito e che porta ancora i segni di quegli anni sulle pareti di diversi edifici e monumenti”.

I due docenti hanno raccontato come siano state altrettanto interessanti le visite guidate  nella cittadina di Howth, posta sulla baia di Dublino con le sue ripide coste (cliffs) e quella nella città di Belfast, dove il Peace Wall si erge ancora a testimonianza del periodo storico che portò al mantenimento della  sola Irlanda del Nord nel Regno Unito, ma dove ormai si respira un’aria di integrazione e rispetto reciproco tra le diverse componenti etniche e religione della città che, invece, hanno provocato scontri e atti terroristici nel recente passato.

L’esperienza formativa non si è conclusa a Dublino perché i due insegnanti dell’A. Volta continueranno l’ approfondimento linguistico e metodologico su una piattaforma online messa a disposizione dall’Istituto CES per tre mesi e potranno confrontarsi sulla loro pratica didattica con insegnanti di madrelingua e altri docenti europei in un forum appositamente creato.